giovedì 28 gennaio 2021

I geni della C.E.I. e il segno della pace nella Liturgia post-Covid

Estrapolo alcune segnalazioni dei lettori sul segno della pace ripristinato dalla C.E.I. da domenica 14 febbraio.

"Augurarsi"?!?!? Cioè, la pace è un augurio?! Ma da dove vengono?La pace, quella per cui Cristo ha versato il sangue, noi ce la "auguriamo"? Ma si rendono conto di come parlano? di quel che dicono? 
Poi dice che uno è fissato col Vetus Ordo. Certamente! Nella Messa antica il rituale della pace rende chiaro che è una pace che viene da Cristo (il sacerdote bacia l'altare e poi la dà al diacono, che la dà al suddiacono ecc.; perché Gesù dice: «Non come la dà il mondo, io la do a voi» - Gv 14,27). 
Invece nella Messa nuova ci si augura la pace. Auguri... e figli maschi (ah no, scusate, è politicamente scorretto). Auguri e basta. E magari Arigatò. 
Tra l'altro è il gesto più inutile e per di più facoltativo della liturgia riformata.... incomprensibile questa ostentazione nel riproporlo!
E si preoccupano del "segno di pace", loro che hanno vuotato le chiese, hanno lasciato il popolo di Dio senza la Santa Messa per mesi, addirittura senza la Messa di Pasqua. Col loro indebito assoggettarsi alle restrizioni del governo hanno insegnato che era più importante salvare il corpo, anzichè l'anima. Ed ora... sono preoccupati di lasciare senza il "segno di pace" coloro a cui hanno negato la Santa Messa. Ma arriverà il "redde rationem!" Grazie a Dio viene per tutti.

1 commento:

  1. Senza più Chiesa (visibile) senza Patria senza Famiglia28 gennaio 2021 07:35

    La tempesta perfetta! Una volta si diceva "Dio, Patria, Re " che al di là del suo significato letterale voleva significare che un popolo, nel suo cammino storico, ha bisogno di un obiettivo e di punti di riferimento ben precisi per non smarrire il cammino! Poi con la seconda guerra mondiale e con la vittoria, in particolare in Italia, del più forte partito comunista europeo, è iniziato un cammino, un percorso tutto orientato a sinistra e dove le tre parole suddette sono state, nel tempo, prima demonizzate e poi buttate in discarica, pur essendo ancora oggi presenti in Costituzione!
    Dio, il Dio d'Israele, quello dei 10 comandamenti, rivelatosi come Padre nella Trinità in Cristo, è stato sostituito da un generico Dio omnicomprensivo di tutti gli dei del mondo, prodotto ultimo del sincretista Bergoglio, primo Papa ad aprire San Pietro a riti e culti che una volta sarebbero stati definiti "pagani " ma oggi elevati a pari dignità con il cristianesimo!
    La Patria, termine con cui si indicava il patrimonio di cultura, tradizioni, usi e costumi, lingua, e terra dove riposano i nostri "padri" è diventata bestemmia, anche qui siamo annegati in un generico essere "cittadino del mondo " selvaggiamente globalista, ed abbiamo abolito il concetto di "famiglia nazionale", oltre a disintegrare il concetto di "nucleo familiare " con una guerra ideologica che ha portato alla ridicola ma significativa sostituzione di "padre e madre " con il genitore numerato!
    Il re è stato abolito e sostituito con una oligarchia che lotta ferocemente per mantenere lo scranno e la greppia, mentre tutte le istituzioni, i pesi ed i contrappesi che normalmente definiscono una democrazia sono saltati!
    La Giustizia, da tempo, non esiste più, la Magistratura ha continui "coming out " con magistrati di rango, di potere, che confessano, alla Lotti-Palamara, di aver agito per motivi politici, contro avversari politici, per favorire una parte politica, nella fattispecie italiana la sinistra!
    Questa oligarchia politica di cui sopra non risponde più al popolo italiano ma ad un potere politico-finanziario europeo che dirige tutte le nostre scelte, al punto da dire, oggi, "a capo del governo va bene chiunque (purché nostro fantoccio) tranne i "sovranisti", come ha dichiarato la presidente della UE!
    Di conseguenza, non volendo aprire le porte del potere ai "barbari sovranisti "assistiamo ad un immondo mercimonio parlamentare, dove tutte le istituzioni, dalla più alta, cercano di amalgamare l'acqua dei 5 stelle con l'olio della sinistra, senza tema del ridicolo, e sfidando le leggi della fisica e della chimica che mai permetteranno la omogenea miscela acqua e olio! Ma bisogna farlo, per non consegnare il potere ai "barbari sovranisti" che, pare "stravincerebbero" le elezioni, cosa che i "democratici" della sinistra democraticamente devono evitare, costi quel che costi!
    lo spettacolo è talmente indecente che qualche, raro, esponente della stessa sinistra, preso da conati di vomito, pubblicamente ammette (Luca Ricolfi) che la sinistra non è "matura democraticamente" (tradotto sono rimasti comunisti intolleranti di qualsiasi opposizione) e che agiscono da comunisti nella occupazione del Potere!
    Aggiungete, a tutto questo, una crisi economica e sociale senza precedenti, un debito pubblico alla greca, e, ciliegina sulla torta, un virus che senza essere la peste certamente non è proprio una influenza! In poche parole non sappiamo dove stiamo andando, non abbiamo più punti di riferimento e stelle polari che ci guidano, e le nostre guide pensano solo a mantenere i loro privilegi!
    Ci sono tutti gli ingredienti per la tempesta perfetta! Sarà anche naufragio? È molto probabile, ma a volte il naufragio è necessario, oltre che inevitabile, quelli che sopravvivono recuperano la ragione ed i punti di riferimento e riprendono il cammino! Amen e Awoman come dicono i pazzi di RimbamBiden!

    RispondiElimina